18 Febbraio, 2020

Alice Balestrino

1 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Vita di Mister Marvel

Bob Batchelor, Stan Lee. "Grande spazio prende, in questo libro, il primo periodo della vita di Lee. L’infanzia da figlio di immigrati ebrei rumeni a New York in piena depressione è un’esperienza che lo plasmerà in maniera definitiva. Il grande entusiasmo per la vita e per la metropoli, ma anche una tendenza privata all’autocommiserazione sarà qualcosa che non lo abbandonerà mai e che caratterizzerà anche il carattere di Peter Parker, tanto per dirne uno. E anche quel misto bizzarro ma riuscitissimo tra spacconeria e insicurezza che troveremo nel tessiragnatele è stato presente nel suo carattere da sempre."

Le due Napoli

Non c’è dubbio che questo romanzo conferma Elena Ferrante come una delle voci più interessanti del panorama italiano contemporaneo: l’adolescente Giovanna cattura il lettore...

Nicoletta Vallorani sceglie Angela Carter

Questo mese la scelta dei paragrafi d'autore spetta a Nicoletta Vallorani, scrittrice e docente universitaria, della quale proponiamo un sintetico profilo dopo il feroce paragrafo di Angela Carter che ci propone alla lettura. Come al solito, speriamo che con questa proposta i nostri lettori scoprano la scrittrice inglese, ma anche la sua collega italiana.

La nuova umanità paradossale

Il paradosso è tra le figure concettuali che più hanno affascinato la riflessione umana. Nella cultura occidentale è presente almeno sin dal pensiero presocratico,...

I facili steccati di un genere

Loredana Lipperini, Magia nera, Bompiani; recensione di Danilo Arona. Un'antologia in cui la coralità dei lavori, caratterizzati tutti quanti da un punto di vista femminile e partecipato, trovano spazio arcane (e quotidiane, giustappunto...) architetture materiate con oscuri presagi di morte e “buchi” nel tempo, paure degli oggetti e trasmigrazioni di anime, società in lotta al proprio interno e “fabbriche delle mogli” a uso bordello.

Speciale Stranimondi