2 Aprile, 2020

Gianluca Mercadante

25 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Il trauma della guerra e il detective ferito

Giulio Segato, "The Nightmare of My Choice. Guerra del Vietnam e romanzo poliziesco americano", Aras edizioni. L’autore passa in analisi un argomento cruciale della letteratura nordamericana del Novecento,  l’esperienza del Vietnam e il trauma postbellico, attraverso la lente interpretativa della detective fiction e delle sue strategie narrative.

Seriazione infelice

6 Dicembre 2017 Piero Schiavo Campo, Il sigillo del serpente piumato, Urania n. 1648, Mondadori, pp. 250, euro 6,50 stampa, euro 3,99 ebook Il vincitore dell'edizione...

Ecco come sappiamo d’essere vivi: sbagliando

Marco Missiroli, Fedeltà. "I rapporti vorrebbero un governo emotivo temperante, privo di artifici, fatto di incastri lucidi e avveduti, ma troppo spesso questo non accade. L’autore lo mostra con parole esatte, come in una danza a cui tutti partecipano ma nessuno diventa primo ballerino. Non vi sono gerarchie, ovunque soffia il sistema perfetto di una felicità creativa che coglie in volo anime in fuga con i loro errori compiuti nei fasti della realtà".

Le ombre della ribalta

Stefano Magni, Despedida."Il romanzo non offre solamente una porta d’accesso per osservare da vicino il dietro le quinte di un mondo che vive altrimenti delle luci vive della ribalta, ma accompagna il lettore sul palcoscenico, lo sistema tra i corpi dei ballerini e gli mostra con precisione i passi e le tecniche che essi compiono."

Intervista ad Alessandro Portelli

Alessandro Portelli non ha bisogno di presentazioni. Chiunque di noi ami – secondo le sue parole - «l’uguaglianza, la libertà, l’insegnamento, la musica popolare, la memoria, ascoltare i racconti delle persone, i libri e i film, e il rock and roll», l’America plurale, multilinguistica e multiculturale che va da Woody Guthrie a Toni Morison a Bruce Springsteen, ha avuto modo di incrociarlo e di imparare dalle tantissime pubblicazioni e libri, ma anche nelle iniziative politiche e culturali che ha messo in piedi, dalla Casa della Memoria al Circolo Gianni Bosio di Roma.

Speciale Stranimondi

ajax-loader