5 Luglio, 2020

Laura Fedigatti

15 ARTICOLI

Una profetessa dei tempi moderni

Lizzie è una bibliotecaria, sposata con Ben e madre...

Identità e rapporto di coppia nel primo Carrère

“Che ne diresti se mi tagliassi i baffi?” Inizia così,...

Un nuovo modo di raccontare storie

Con Onori, Rachel Cusk, scrittrice canadese da tempo residente...

Bastano pochi momenti perché un amore diventi eterno

Ha voluto chiudere il cerchio, , scrittore statunitense,...

La bellezza della vita sta nel movimento di una foglia

“Ma la vita è divertente” dice Pierre. “Non credi?...

Storia di un’emancipazione

La botanica è la scienza che studia gli organismi...

La difficile strada per realizzare i sogni

“Durante la manifestazione si era sentito in qualche modo...

Un passato troppo scomodo da ricordare

Quant’è alto il costo per conoscere la verità? Molto,...

Il thriller del fisico

"Con Sunfall lo scienziato debutta brillantemente nel mondo della narrativa, scrivendo un fantascientifico che può ricordare, per certi versi, alcuni film catastrofici sulla fine del mondo; una minaccia o un catastrofe imminente da combattere sono fondamentali per scrivere un buon romanzo d’azione, commenta lo stesso autore.

La zona d’ombra del male

ha creato un magistrale racconto a incastri, che si muove attraverso continui spostamenti temporali e di punti di vista. Uno stile narrativo definito “cinematografico”, che restituisce al lettore la sensazione di disagio e tensione che pervade tutto il romanzo, come se il “male” del titolo sia sempre pronto a uscire allo scoperto. Non importa quanti sforzi si facciano per tenerlo sotto controllo, il male è come il passato, entrambi inevitabili e implacabili.