1 Aprile, 2020

Marco Renzi

2 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Piazza Fontana, la madre di tutte le stragi

Alle ore 16,37 del 12 dicembre 1969, in Piazza Fontana, Milano, all’interno della Banca dell’Agricoltura si è consumato forse l’attentato più grave alle istituzioni...

Un passato troppo scomodo da ricordare

Quant’è alto il costo per conoscere la verità? Molto, come capirà a sue spese la protagonista del romanzo d’esordio della tedesca Annette Hess, sceneggiatrice...

La vita al tempo della letteratura

Javier Marías forse canticchiava allegramente quando affermava, nella premessa a questo libro, che non avremmo incontrato giudizi o riscontri di simpatia o antipatia verso...

Getsemani oggi

Massimo Recalcati, La notte del Getsemani, Einaudi. Recensione di Elio Grasso. Fuori Gerusalemme, nei pressi di un piccolo campo, c’è Getsemani (frantoio, in aramaico), il bosco degli ulivi. Gesù vi si ritira in una lunghissima notte durante la quale si compie il tradimento, e la condizione umana del Dio incarnato assume, nel suo segreto, la forma predestinata. La pesantezza dovuta all’estrema solitudine lo chiude in un vuoto abissale, qualcosa che probabilmente durante i suoi giorni eroici non aveva immaginato o presentito.

Kafka scrive a Milena

La storia è nota. Nell’autunno del 1919 Franz Kafka riceve da Milena Jesenská una lettera in cui gli si chiede l’autorizzazione a tradurre in...

Speciale Stranimondi