30 Marzo, 2020

Tag: Adrián Bravi

Dal nostro archivio

Nanni Balestrini. L’abbraccio di un lettore affezionatissimo

Nanni Balestrini (1935-2019) nel ricordo di Giuseppe Genna. "I rapporti che Nanni Balestrini ha intrattenuto con la politica, con il linguaggio, con la psiche, con la storia, dicono che questo grande intellettuale ha scelto, da subito, di lavorare sugli universali, che sono sempre concretezze, entità ravvisabili all'opera nell'immenso lavorìo che la vicenda umana implica come modalità per enunciare il semplice fatto di esistere. "

Una folla di quadretti

Germano Lombardi, Ciao. Fogli d’album. "Ciao è un breve album del viaggiatore e un quaderno, detto Libro di lamenti, fatto di disegni rapidi e freschi come in una specie di riposo meridiano del pittore Schifano e ancora meglio del fratello d’avventura Hugo Pratt. Ciao rasenta i muri ruvidi dei vicoli di Genova e arriva in ogni luogo, alle spalle della città e fin dentro la laguna veneta."

Pablo Simonetti e le sue vite vulnerabili

Valentina Marcoli intervista Pablo Simonetti. "Credo che quando i personaggi sono molto infelici e insoddisfatti della loro vita e vivono un’infatuazione violenta nei confronti di qualcuno, significa che in fondo vorrebbero essere quella persona."

Vecchio, vattene.

Leggere e scrivere una recensione a questo libro non è una passeggiata. Da dove prenderlo, come confrontarsi con quel che dice e come lo...

Patmos. Una poesia di Pier Paolo Pasolini sulla strage di Piazza Fontana

Alcune note di lettura. Patmos fa parte della raccolta "Trasumanar e organizzar" (1971) e viene pubblicato per la prima volta nel numero di ottobre/dicembre 1969...

Speciale Stranimondi