1 Dicembre, 2021

Roberto Sturm

69 ARTICOLI

Lo sguardo dei bambini

Luca Martini, Manuale di sopravvivenza per bambini invisibili. "Non c’è un prima e un dopo, i protagonisti si muovono in un presente oscuro: non si sa da dove provengono ma si può immaginare dove – distrutti – arriveranno. I dettagli delle loro esistenze sono sfumati, evanescenti, a volte assenti. Perché Luca Martini racconta solo quel momento e non si perde a spiegare il perché."

Frammenti di uomini e donne

Irwin Shaw, L'amore in una strada buia. "I personaggi dello scrittore statunitense (1913–1984) sono diversi, ma in ogni racconto il protagonista è l’amore di coppia, stanco, ancora vivo o non ancora troppo definito: incontri fortuiti, conversazioni inaspettate, telefonate non fatte o inattese cambiano le prospettive, dando a questi sentimenti visuali impreviste. "

Amore impossibile e rassicurante

Gilberto Severini, Dilettanti. "Scrittore amato dagli scrittori, da un pubblico di lettori che non si accontenta, è l’esempio di un autore che non ha mai cercato la ribalta né di gratificare il lettore con facili ammiccamenti. Gilberto Severini non scrive per il successo, forse per questo ha coltivato un talento difficilmente eguagliabile e scritto pagine memorabili di letteratura italiana."

Uscire di scena

Don Robertson, L'ultima stagione. "Uno spaccato della provincia americana dagli inizi del secolo scorso fino al periodo dell’ambientazione del romanzo (pubblicato nel 1974), gli inizi degli anni settanta, dove l’autore scava a fondo nella psicologia dei personaggi, nei loro dubbi e paure, nei loro errori e rimorsi. Ma soprattutto parla dell’amore incondizionato, per la moglie e per i figli, che non sarà mai scalfito da debolezze veniali o sbagli involontari."

Una favola nuda e cruda

Marisa Silver, Piccolina. "La Silver mette molta carne al fuoco: la paura del diverso, il rifiuto della deformità, la condizione della donna, la prevaricazione sui più deboli, la superstizione, la paura del giudizio degli altri, l’ignoranza che si fa ipocrisia e crudeltà, le metamorfosi cui ci obbliga il pensiero comune, l’amore, in tutte le sue forme, come sola forma di redenzione."

Ernaux lascia il paese

Annie Ernaux, Memoria di ragazza. "In questo Memoria di ragazza, la Ernaux restringe il campo temporale della sua narrazione riferendola al solo 1958, ma continua e completa la storia di una generazione: la sua prima uscita dal piccolo paesino (aveva 18 anni) per fare l’educatrice in una colonia estiva per adolescenti è il punto di svolta che la porterà ad avere il primo contatto con una realtà più ampia rispetto a quella vissuta fino a quel momento..."

Gente normale

Joyce Carrol Oates, I ricchi. "Le due cittadine in cui la famiglia vivrà sono l’emblema della società americana dell’epoca: democratici e progressisti di facciata, falsamente interessati alla cultura e all’arte, gli abitanti non perdono occasione per riprendere l’ipocrisia borghese e i dettami di un conformismo in realtà mai abbandonati. E la famiglia Everett non può che esserne il facile bersaglio."

Compagno Bergoglio

Papa Francesco, Terra, casa, lavoro. "Non si parla di piani assistenziali occasionali o di carità, ma di una riforma strutturale che dia piena dignità ai lavoratori e alle persone. La disuguaglianza e l’esclusione, l’ingiustizia contro i poveri, la negazione dei diritti sociali, la sicurezza pensionistica e sociale. Non si può accettare l’anestetizzazione dei ceti sociali deboli mediante false promesse o contentini: è il sistema consumistico che va combattuto."

Sul far della sera

25 Dicembre 2017 Andre Dubus, Un’ultima inutile serata, tr. Nicola...