5 Aprile, 2020

Valentina Marcoli

68 ARTICOLI 0 Commenti

Dal nostro archivio

Da una gabbia all’altra

Emanuela Canepa, L'animale femmina. "Rosita, una ragazza di un piccolo paese del sud, si trasferisce a Padova per frequentare Medicina. Lo fa per scappare dalla gabbia in cui si sente rinchiusa dalla madre, tipica vedova della zona che riversa sulla figlia tutte le attenzioni, che pretende riconoscenza per gli sforzi fatti per aiutarla, che la vorrebbe vedere sposata con un ragazzo del posto, che non capisce perché voglia studiare."

Sfollati nel profondo sud

Francesco Altamura, Dalle Dolomiti alle Murge, profughi trentini della grande guerra. - Cosa sia l'identità italiana lo si capisce ai confini, sui bordi, nelle pieghe della lacunosa storia ufficiale. Si ritrova nel movimento e nella mescolanza, non certamente nella stabilità o nell'omogeneità delle culture, delle lingue e delle pratiche sociali. A confermare questa idea arriva Dalle Dolomiti alle Murge di Francesco Altamura, storico contemporaneista, precario della conoscenza collaboratore della Fondazione Gramsci di Puglia.

Mi casa es tu casa? La resistibile ascesa di Airbnb

“Airbnb è uno strumento di accumulazione di profitti e di concentrazione di ricchezza nelle mani di pochi proprietari assenti che affittano le case a...

Non un testo per anime candide

Il 23 febbraio ai Murazzi di Torino un giovane vercellese è stato sgozzato in pieno giorno da un italiano di origini marocchine, altrettanto giovane....

Il cielo rosso del coraggio

Giuseppe Berto, Il cielo è rosso. "Uno dei primi romanzi ambientati sul finire della Seconda guerra mondiale ed editi durante la ricostruzione, quando il Paese era ancora un cumulo di macerie e le sue profondissime ferite lungi dall’essere rimarginate. Berto lo scrisse durante l’estate del 1944 nel campo di prigionia di Hereford, nel Texas, mosso dal lancinante senso di colpa di chi, confessò in seguito, “come italiano e fascista sente di aver contribuito allo scatenarsi della guerra”.

Speciale Stranimondi

ajax-loader