23 Febbraio, 2020

Tag: Adan Zzywwurath

Dal nostro archivio

Collisioni brutali

Le storie, David Szalay ne è convinto, viaggiano in aria, e precisamente a 10.000 metri: dove per lo più s’incrociano gli aerei di linea....

Stephen King è il mondo

Dov'eravamo rimasti? Ah, già, The Outsider, e nel frattempo c'è stato pure lo specialone di Pulp sull'uomo del Maine. Con The Outsider ci eravamo...

Kraken e le sue metafore

China Miéville, La fine di tutte le cose, Fanucci. Una folla di divinità e figure archetipiche è quella che popola la Londra di La Fine di tutte le cose. Una Londra in cui la stessa umanità è in pericolo, minacciata da oscure profezie che sembrano rendere ciechi sia le divinità, sia i loro accoliti.

Il popolo di Crottarda

Claudio Morandini, Gli oscillanti, Bompiani. Recensione di Elio Grasso. Immaginiamo che Gli oscillanti sia un libro di memorie trascritto da un taccuino di viaggio, ritrovato dalla protagonista del romanzo molti anni dopo gli avvenimenti accaduti a Crottarda, fosco paese incastonato fra le montagne. Il tempo è passato, il mistero riguardante le voci e i canti pastorali uditi in quei luoghi, e soprattutto i misteri degli abitanti saldamente incarcerati nelle loro menti e nelle loro cantine, sono rimasti tali.

La voce delle Muse, l’incanto della parola

Affilate come lame, suadenti o vigorose, le parole sono espressione del nostro sentire: ce ne serviamo talvolta con profonda consapevolezza per convincere l’interlocutore, per...

Speciale Stranimondi