TAG: scuola

Aula o DAD, le due facce di una scuola che non cambia

Incipit (ovvero tanto per cominciare) L'immagine qui accanto rimanda all'accusa...

Smantellare i confini. La scuola come ambiente comunicativo

Qui su Pulp si parla di scuola. Della scuola...

La scuola oggi, tra iperscolarizzare e descolarizzare

L’uno dice: "Vi do qualche notizia su questi orari:...

Scuola addio 

Scuola addio: al titolo ho tolto persino il punto...

La teoria come pratica liberatoria

Estratto da Bell Hooks, Insegnare a trasgredire. L'educazione come...

Eternamente mobilitati nella distopia della prestazione

Roberto Ciccarelli ha scritto un libro per inquadrare l'alternanza nella nostra epoca e, in definitiva, per spiegare come tutti noi, nella fase attuale del capitalismo neoliberista, siamo in alternanza. “Alternanza” è, del resto, una parola che illustra efficacemente un mondo governato dalla dinamica oscillatoria tra premio e punizione, inserita in un orizzonte dove il riconoscimento sociale consiste nel mostrarsi abili e vincenti nel mettere a valore le proprie competenze: saper svolgere microcompiti specifici per (non) sopravvivere.