27 Novembre, 2020

TAG: Silvia Castoldi

Sofferenze del corpo musicale

Il signor Field - il signor “Campo” – è...

Una famiglia “quasi”perfetta

“Tutte le persone importanti nella loro vita partivano dal...

La zona d’ombra del male

Dan Chaon ha creato un magistrale racconto a incastri, che si muove attraverso continui spostamenti temporali e di punti di vista. Uno stile narrativo definito “cinematografico”, che restituisce al lettore la sensazione di disagio e tensione che pervade tutto il romanzo, come se il “male” del titolo sia sempre pronto a uscire allo scoperto. Non importa quanti sforzi si facciano per tenerlo sotto controllo, il male è come il passato, entrambi inevitabili e implacabili.