1 Aprile, 2020

Tag: Aldo Giannuli

Dal nostro archivio

La creatura rivoluzionaria

Brian Aldiss, Frankenstein liberato. «Il meccanismo letterario del viaggio nel tempo consente ad Aldiss di riscrivere la storia dell’origine del romanzo Frankenstein in coerenza con il suo ruolo di capostipite della fantascienza, anzi di quella fantascienza critica e politicamente impegnata che aveva portato al successo la rivista inglese New Worlds. “Il vapore è la base di ogni progresso contemporaneo”, proclama Shelley mentre descrive la sua idea prospettica di sviluppo tecnologico, aggiungendo che presto saranno messe le redini alla “grande forza vitale dell’elettricità”,»

Il padre di Capitan America (e non solo)

Jack Kirby Mostri, uomini, dei. "Il catalogo della mostra è un acquisto obbligato per gli appassionati e un'occasione per gli altri di approfondire un grande autore del Novecento"

Anche i giovani sognano

Paola Camoriano, Il ritrovo degli inutili. "Ad accompagnarci pagina dopo pagina in quest’avventura c’è la figura di Elettra, una ragazza assolutamente fuori dagli schemi, con la passione per la musica rock, un look da ribelle ma dal carattere dolce e ottimista. Il rapporto è conflittuale con la madre che in effetti vorrebbe che la figlia seguisse i suoi passi e facesse delle scelte lavorative più concrete, invece di perdere tempo a suonare in gruppi rock."

Terrore da intenditori

Fritz Leiber, La cosa marrone chiaro. "Del resto, cliquot ha azzeccato tutto: la copertina, la carta, l'impaginazione, il carattere di stampa. Ha anche affidato la traduzione a Federico Cenci, che è un autentico studioso di Leiber. Il risultato è un lavoro di archeologia letteraria di tutto rispetto; però anche un libro che si legge con gusto."

L’arte di andare fuori tempo

Isabella D’Isola e Raffaele Mantegazza (a cura di), Filosofia di Enzo Jannacci. Storie di un barlafuus "Forse giusto che un autore, come Enzo Jannacci, dalla sincerità così schietta e che si è sempre presentato come un outsider, imprendibile in qualunque sua scelta musicale o di carriera, oggi non sia oggetto di quella retorica che ha sfuggito per tutta la vita".

Speciale Stranimondi