1 Dicembre, 2020

TAG: Josè Muñoz

El cantor de tango

Muñoz & Sampayo, Carlos Gardel. "Sur ripropone un (consentitemelo) meraviglioso fumetto di due grandi dell'arte sequenziale, uno residente da anni e anni in Italia (Muñoz), l'altro invece nella natia Argentina (Sampayo), già uscito nel 2010 per Nuages. Che disegnatore e sceneggiatore del volume siano due grandi lo attesta il fatto (tanto per dirne una) che la loro serie hard-boiled Alack Sinner è tra le ispirazioni riconosciute di Sin City, di Frank Miller (non stupisce più di tanto nella misura in cui Miller ha reso omaggio a Hugo Pratt ne Il ritorno del cavaliere oscuro, e Muñoz considera il creatore di Corto Maltese come suo maestro; quella del fumetto è un po' una grande famiglia)."

Vite brevi, vite americane

Ho voluto accoppiare questi due fumetti perché appartengono entrambi a un genere che ultimamente sta letteralmente dilagando, quello delle biografie narrate con parole e immagini sequenziali; basti pensare alle numerose proposte della casa editrice Becco Giallo per rendersi conto di quanto spesso la vita di personaggi famosi per le ragioni più disparate venga inquadrata in vignette e raccontata in didascalie.