letteratura italiana - Pagina 3

Davide Longo tra Vargas e Simenon

La collana Einaudi Stile Libero in questi giorni ha...

Simone Consorti. Mariti e altri maschi

Sulla copertina dell’ultima raccolta di racconti di Simone Consorti...

Carofiglio: la macchia incerta sull’esistenza certa

L’ombra del sospetto può macchiare in modo più tenue...

Carmen Barbieri. La ruggine sulla pelle

Cercando il mio nome, romanzo di esordio di Carmen...

L’isola e lo scrittore: viaggio nella Sardegna di Grazia Deledda e nella Sicilia di Leonardo Sciascia

I due volumi qui recensiti, pubblicati dall’editore Giulio Perrone,...

Tieta Madia/ Cromosoma XX

Se nasci donna dovrai obbligatoriamente diventare madre. È la...

Padre e figli

Nel caso qualcuno volesse prendersi la briga di valutare...

Michele Sisto / Di cosa è fatta la lingua della traduzione

Michele Sisto, Traiettorie. Studi sulla letteratura tradotta in Italia. "Di che cosa sono fatte le letterature nazionali, di che cosa è fatta la letteratura italiana? Il canone sembra chiaro, ma è davvero così? Spesso le lingue nazionali sono più di una, in Italia come altrove (dialetti, idioletti, minoranze linguistiche e così via), e anche l’italiano è tutt’altro che uno. Inoltre esiste anche “un altro corpus molto vasto, anch’esso in lingua italiana: la letteratura tradotta”.