2 Aprile, 2020

Tag: serial killer

Dal nostro archivio

Non c’è quiete dopo la tempesta

Leonardo Malaguti, Dopo il diluvio. "La trama è presto descritta: un paesotto simile ad una scodella circondata da rilievi montuosi viene sommerso da un diluvio che fin dalle prime pagine giunge impetuoso senza troppi complimenti. Al termine del disastro meteorologico viene ritrovato nel canale di scolo il cadavere del sindaco, e da quel momento niente sarà più come prima. Sembra quasi che l'acqua, anziché pulire, abbia riportato a galla la sporcizia depositata nel cuore dei paesani..."

Bellezza e tristezza in Dazai Osamu

Un piccolo rifugio improvvisato. Un padre, con la moglie e i due figli, soli mentre il Giappone è in fiamme. E un libro illustrato...

Un passato troppo scomodo da ricordare

Quant’è alto il costo per conoscere la verità? Molto, come capirà a sue spese la protagonista del romanzo d’esordio della tedesca Annette Hess, sceneggiatrice...

L’italico immaginario horror? Sta benissimo

Comincio coll'affermare che 24 a mezzanotte, antologia curata dagli ottimi Giuseppe Maresca e Luca Raimondi per Milena Edizioni, è un prodotto di alta qualità perché di alta qualità sono i racconti che lo compongono e lo garantisco di sicuro per 23 storie della compagine, non sentendomi autorizzato a elogiare la mia.

‘Il sangue dei vinti’, una recensione del 2003

Gianpaolo Pansa, Il sangue dei vinti, Sperling & Kupfer, pp. 382, euro 17,00 stampa Un conto è fare la storia, un altro è esprimere un’opinione, riportare una voce....

Speciale Stranimondi

ajax-loader