2 Aprile, 2020

Tag: William T. Vollmann

Dal nostro archivio

Intervista a Zhang Ran

A 38 anni Zhang Ran (张冉) si iscrive a quella seconda ondata di scrittori e di scrittrici millennials che comprende Chen Qiufan, Fei Dao,...

Intervista a Luca Cangianti

Uno degli aspetti più caratteristici dei tuoi romanzi e dei tuoi interventi critici su Carmilla è l’utilizzo dei personaggi e delle strutture narrative dei...

Un lungo innamoramento

Non si può in tutta coscienza dire che la produzione letteraria di William Vollmann rasenti la grafomania di Isaac Asimov o Georges Simenon, o...

Il principio di semplicità e la bellezza matematica

Paul A.M. Dirac, La bellezza come metodo "Oggi il futuro raggiunto è certamente diverso da quel che immaginavano i nostri eroi, ma questo libro contiene quanto ci serve per tentare di capire, almeno un po’, come sia fatto il nostro bizzarro mondo".

Nel labirinto degli Appalachi

Chris Offutt, Country Dark. "Gli elementi del gotico appalachiano ci sono tutti: moonshine, deformità grottesche, baracche nascoste nei boschi e coltelli affilati. Come già Brian Panowich in Bull Mountain, l’autore ci porta all’interno di questa società primitiva e ingovernabile, fatta di uomini che evitano volentieri di parlare se possono delegare una carabina Winchester, e disposti a tutto pur di difendere la propria terra."

Speciale Stranimondi

ajax-loader