5 Marzo, 2021

Laura Fedigatti

21 ARTICOLI

La bellezza della vita sta nel movimento di una foglia

“Ma la vita è divertente” dice Pierre. “Non credi?...

Storia di un’emancipazione

La botanica è la scienza che studia gli organismi...

La difficile strada per realizzare i sogni

“Durante la manifestazione si era sentito in qualche modo...

Un passato troppo scomodo da ricordare

Quant’è alto il costo per conoscere la verità? Molto,...

Il thriller del fisico

"Con Sunfall lo scienziato Jim Al-Khalili debutta brillantemente nel mondo della narrativa, scrivendo un thriller fantascientifico che può ricordare, per certi versi, alcuni film catastrofici sulla fine del mondo; una minaccia o un catastrofe imminente da combattere sono fondamentali per scrivere un buon romanzo d’azione, commenta lo stesso autore.

La zona d’ombra del male

Dan Chaon ha creato un magistrale racconto a incastri, che si muove attraverso continui spostamenti temporali e di punti di vista. Uno stile narrativo definito “cinematografico”, che restituisce al lettore la sensazione di disagio e tensione che pervade tutto il romanzo, come se il “male” del titolo sia sempre pronto a uscire allo scoperto. Non importa quanti sforzi si facciano per tenerlo sotto controllo, il male è come il passato, entrambi inevitabili e implacabili.

Oltre le piccole donne

Intrighi, complotti internazionali, travestimenti animano le pagine di questa piccola gemma letteraria, un prezioso esempio del notevole talento di Louisa May Alcott, una scrittrice da riscoprire come ci spiega Daniela Daniele, curatrice e traduttrice di questa edizione di Enigmi e di cui troviamo un interessante analisi alla fine del racconto, che ci aiuta a capire la complessità di questa grande scrittrice, protagonista della tradizione letteraria americana dell’Ottocento.

Memoria e identità di una scrittrice

Ricordi del futuro, come la stessa Hustvedt vuole sottolineare, sebbene contenga molto del proprio vissuto, è però un romanzo, dove la protagonista ha una vita propria ed esperienze che sono solo sue, costruendo un romanzo sull’identità, sul ricordo e sulla memoria. Nulla di quello che viviamo resta tale per sempre; nella nostra mente e con il tempo, un fatto accaduto va incontro a un’evoluzione, la memoria lo elabora e lo percepisce in maniera sempre diversa, a seconda del momento in cui lo ricordiamo. Quello che resta fa parte della nostra identità.

Una sinfonia di parole

Smith, Inverno, Edizioni SUR. Recensione di Laura Fedigatti. A Seasonal Quartet, un quartetto di stagioni: quattro romanzi per quattro stagioni differenti e quattro storie diverse tra loro. Il quartetto ci ricorda qualcosa di musicale ed è così che la scrittura di Ali Smith può essere definita: musicale, per il ritmo, per la scelta delle parole, per le immagini e le emozioni evocate. 

Il noir americano diventa “country”

Daniel Woodrell, La versione della cameriera. "A West Plains vive uno dei più apprezzati autori americani contemporanei, Daniel Woodrell, nato nel 1953 a Springfield, terza città dello stato. Woodrell ha fatto di quest’angolo di terra americana ai piedi dei monti Ozark il palcoscenico perfetto per i suoi racconti “country noir”, definizione coniata dallo stesso scrittore per descrivere le sue storie, tutte basate su fatti criminosi".