27 Ottobre, 2021

TAG: Nanni Balestrini

Intervista a Giulio Mozzi su “Le ripetizioni”

Cominciamo dall’oggetto: l’immagine di copertina mi sfugge completamente. Perché...

50 anni di (s)controcultura. Intervista a Marcello Baraghini

Non ricordo se era un manuale per il diritto...

La biblioteca definitiva

Chi definì “apparizione inquietante” il lettore onnivoro, scrittore di...

I mondi del racconto

Libertà espressiva, innanzitutto. È questo il profumo che emanano...

Essere radicali è il contrario di essere estremisti. Intervista a Toni Negri

Chissà che romanzi legge Toni Negri, mi chiedeva Domenico...

“L’adulto coltello che sbucciò l’evidenza dal niente”

“Morire, come vorresti? Fare ponte al passaggio. / Non...

Nanni Balestrini. L’abbraccio di un lettore affezionatissimo

Nanni Balestrini (1935-2019) nel ricordo di Giuseppe Genna. "I rapporti che Nanni Balestrini ha intrattenuto con la politica, con il linguaggio, con la psiche, con la storia, dicono che questo grande intellettuale ha scelto, da subito, di lavorare sugli universali, che sono sempre concretezze, entità ravvisabili all'opera nell'immenso lavorìo che la vicenda umana implica come modalità per enunciare il semplice fatto di esistere. "