20 Giugno, 2021

TAG: George Orwell

Vita e lotte del compagno Orwell

Lo ammetto, sto cercando di evitare di inserirmi nel...

La fine della Distopia

C’era una volta l’Utopia: il nessun-luogo dell’umanesimo rinascimentale, Thomas...

David Bowie gran lettore

Le rockstar non viaggiano mai leggere. Il guardaroba in...

Fenomenologia di una fine annunciata

Fa una certa impressione leggere il diario che Franco...

Amore e sogno come ricerca della verità

La tradizione letteraria degli animali parlanti è notoriamente antica....

Sono uno storico, dunque amo la vita

Nei confronti della storiografia esiste un pregiudizio diffuso secondo...

L’universo di Gormenghast

Il castello è il vero protagonista della saga di...

Intervista a Zhang Ran

A 38 anni Zhang Ran (张冉) si iscrive a...

L’uomo è forte: una distopia italiana

Corrado Alvaro, L'uomo è forte. "È bene rileggere questo romanzo, che resta uno dei cupi e disperati monumenti del secolo breve, al tempo stesso documento storico e caposaldo della narrativa europea. Anche per rendere giustizia a Corrado Alvaro, per troppo tempo legato solamente al suo pur bello Gente in Aspromonte e marginalizzato come “autore regionale”, lui che era cosmopolita come il suo personaggio, l'ingegner Dale, e che come Dale il totalitarismo l'aveva visto dall'interno, non solo in Unione Sovietica ma anche nella nostra Italietta in camicia nera".

L’anno senza inverno: una lettura retrospettiva dei testi di Tommaso Pincio

Tommaso Pincio. "Tema centrale nell’opera di Pincio è l’alterità, ovvero il problema dell’altro da sé e il problema dell’altro in se stessi: al di là dei continui rispecchiamenti della sua identità, due alterità ricorrenti sono i “diversi” (alieni, hippy, emarginati) e il mondo asiatico (conosciuto dall’autore in vari soggiorni)."