26 Gennaio, 2021

TAG: noir

Essere (o non essere) Romeo Marconato

Il ritorno di Heman Zed avviene ad alcuni anni...

Resurrezione? Sacrificio? Riscatto? Espiazione?

L’esordio del commissario Valerio Colasette sul palcoscenico della letteratura...

Tra il fogliame del bosco

Mentre leggevo questo romanzo riflettevo sulla qualità degli ultimi...

America in frantumi

Don Winslow sta al poliziesco e al noir contemporaneo...

Quando il vuoto è pneumatico

Quando entra nel marchingegno, mai perfettamente automatico e prevedibile,...

La pioggia di inizio autunno

In Italia non si conoscono scrittrici contemporanee poliedriche e...

Storia di due sorelle

Mickey e Kacey sono due giovani sorelle. Hanno perso...

Una storia di omicidi

Ci sono molti modi per indagare e riflettere sulla...

Il vino e il sangue

Uno spettro si aggira per l’Europa. Molti spettri si...

Il pesce, un piatto avvelenato

Lo spirito con cui Fleischhauer ha scritto il suo romanzo è uno spirito politico e civile. Nel procedere con la lettura l’attenzione è divisa tra una forte spinta a seguire gli esiti degli eventi che riguardano i protagonisti e lo sbigottimento che ci procura la conoscenza delle pratiche illegali di pesca. Il mare viene offeso e forse irrimediabilmente depauperato, la nostra salute minacciata in modo molto serio e il destino dell’umanità messo violentemente in discussione.